Trump & Huawei

dal Web

https://www.corriere.it/tecnologia/19_maggio_24/huawei-trump-apre-pericolosi-ma-potrebbero-rientrare-un-intesa-la-cina-1d02a8dc-7df2-11e9-8696-ab199d13546c.shtml

Trump blocca Huawei. Il motivo? Il colosso tecnologico cinese risulta essere un problema per la sicurezza degli americani: i dispositivi cinesi raccoglierebbero informazioni per il governo asiatico. Il che mi fa sorgere un enorme dilemma: quando uso un Huawei con Android i miei dati vanno a finire prima in Cina o negli USA? “Ok Google, pausa bagno”. Ora entrambi i governi sanno che a metà di questo post mi sono alzato per andare ad urinare.

E’ il solito caso giuridico del bue che dà del cornuto all’asino. Caro amico arancione, ma tu hai mai usato un qualsiasi dispositivo Android per fare una ricerca sul colossale motore di ricerca Google, orgoglio americano? No, perché quando mi è capitato di dover imbiancare casa e ho commesso l’errore di cercare un tutorial online ho visualizzato rulli e vernici in ogni pubblicità su ogni device. Sul pc, sul tablet, sullo smartphone, sui banner pubblicitari di Amazon, ovunque. Mancava solo che qualcuno mi seguisse fisicamente con un cartello pubblicitario. Un po’ come il lavavetri de “Le comiche”.

No, perché è importante collocare bene la questione: gli Stati Uniti parlano di problemi di sicurezza e di spionaggio. Gli Stati Uniti. Dopo lo scandalo Snowden e NSA, dopo la compravendita di dati e di tutta la questione Zuckerberg (Facebook, Instagram e Whatsapp), dopo l’utilizzo di droni sul territorio americano e non solo, dopo il tentativo di inserire microchip sottopelle ai propri cittadini, dopo aver scatenato guerre in lungo e in largo per il mondo al fine di “Portare la democrazia nei Paesi meno fortunati” che casualmente sono anche quelli con più petrolio, di punto in bianco il problema sono i cinesi con i loro cellulari. Non è che stai facendo pipì un po’ fuori dal vasino Donaldone? Guarda che Google lo sa se sporchi la tazza. Stai attento.

Bisogna anche leggere tra le righe: perché non è che non sia possibile commerciare con Huawei, serve solo una specifica autorizzazione. Che ci sia qualcosa sotto? Che sia la solita trovata per avvantaggiare il mercato americano?

Conseguenze per gli utenti. Bisogna scindere tra il vecchio e il nuovo, come sempre. I vecchi dispositivi Huawei già in circolazione continueranno ad utilizzare il sistema operativo Android, mentre ai nuovi questo verrà vietato. Ergo il colosso cinese dovrà sviluppare un proprio sistema operativo e dovrà trovare il modo di fabbricarsi quei pezzi che fino ad ora importava dagli USA.

Il rischio è che il nuovo sistema operativo si riveli essere inadatto a reggere il confronto con Apple e Google e che gli sviluppatori delle app non sviluppino i propri prodotti per il sistema cinese, un pò come è già successo per Blackberry in passato. Il vantaggio è che questo blocco americano sia per Huawei un nuovo inizio, che il nuovo sistema operativo risulti competitivo o migliore e che si vada a creare un mondo autonomo di smartphone e pc, un po’ come Apple. Staremo a vedere.

K0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...