Ciao Papà

Attimi Eterni.

Che cos’è la morte per chi rimane

Se non il più grande dei quesiti?

Non è forse vero che buona parte del dolore

Non è altro che assenza di risposte?

Dove sei?

Dove sei andato?

Perché tu?

Perché a me?

Perché non hai fatto nulla per evitarlo?

Avresti potuto?

Avrei potuto fare qualcosa?

Che cosa?

Perché non ho fatto niente?

Come ho potuto non fare nulla?

Ti ho mai detto di volerti bene?

Te ne sei ricordato un attimo prima di andartene?

Ti ricorderai di me?

Ti ho dimostrato a sufficienza il mio affetto?

Come stai?

Cosa si prova a passare di là?

Anubi ha ascoltato la mia preghiera?

Troverai la forza di far tutto?

Troverò la forza di andare avanti?

Cosa devo fare adesso?

Come faccio senza di te?

Come posso non dimenticare i dettagli del tuo volto?

Tornerai?

Ti riconoscerò?

Mi riconoscerai?

Ti ricorderai di me?

Mi cercherai?

Saprò che sei tu?

Ci rivedremo?

Promettimi che ci rivedremo.

Costi quel che costi.

Mi dispiace. Scusami.

Come faccio?

Ti voglio bene, ti voglio bene, ti voglio bene.

Puoi sentirmi?

Puoi sentire quello che emano dal mio petto?

Quello che dicono le mie lacrime?

Riesci ad udire la mia voce singhiozzare?

Mi dispiace, mi dispiace, mi dispiace.

Non sono stato un buon figlio.

Tu invece sei stato un buon padre per me.

Non te l’ho mai detto.

Mi dispiace. Ho buttato via il nostro tempo.

Come potevamo sapere che ne avremmo avuto così poco?

Hai sofferto?

Ti prego dimmi di no. Non potrei sopportarlo.

Dimmi che stai bene ora che non sei più qui.

Ora che la malattia si è spenta con te.

Dimmi che ti manchiamo, ma che ora è tutto più facile.

Che in qualche modo stai meglio.

Che ci rivedremo presto.

Voglio vivere aspettando quel momento.

Voglio tu sia fiero di me.

Che tu lo sia sempre.

Voglio ricordarti. Ti prego fa in modo che succeda.

Sorrido tra le lacrime ripensando alle tue critiche.

E pensare che mi facevano così male.

Va tutto bene, sto bene, stiamo bene.

La mamma sta bene. Anche Grazia.

Sistemeremo tutto, te lo prometto.

Concentrati su quel che devi fare adesso.

E’ importante, non disperare.

Non farlo mai. Sei sempre stato forte.

In qualche modo sono con te.

Lo sarò sempre.

Lo so, devi andare.

Devo lasciarti andare.

Sì, ti sento anche se ti stai allontanando.

Non preoccuparti, sono con te.

Sei dentro di me.

Qualunque cosa accada ricordati di noi.

Non perderti. Non perderci.

Ti voglio bene.

Ciao Papà.

A presto.

A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...